Advertisement

“Sono riuscita a risparmiare più di 11.000 euro all’anno”: rivela la giovane donna che vive in un furgone per non pagare l’affitto e poter acquistare casa

Condividi:
Advertisement

Brittany Cosgrove, una 27enne di Wellington, in Nuova Zelanda ha messo a punto una soluzione alternativa per investire sul futuro e non pagare l’affitto così da poter acquistare presto casa: vive in un furgone. La scelta di questa giovane donna neozelandese ha avuto già dopo il suo primo anno di sperimentazione un significativo impatto di tipo economico, oltre ad averle offerto la possibilità di vivere senza troppi vincoli in modo del tutto autonomo.

Anche se la vita in un furgone comporta dei sacrifici, si è dovuta adattare ad un ambiente ristretto ed alla mancanza di ogni tipo di comfort, Brittany ha confessato di aver ottenuto un enorme risparmio economico. Alla fine del mese infatti la 27enne riesce a mettere da parte una bella cifra.

Brittany Cosgrove1

Leggi anche: “Con questa lettera presento le mie dimissioni”: una madre esasperata scrive alla famiglia per esprimere tutta la sua rabbia per la mancanza di rispetto e collaborazione

Così il suo stipendio da stilista che in passato dissipava quasi totalmente per l’affitto di un monolocale, le cui condizioni erano peggiori del suo furgone, viene messo da parte. Il suo proposito di acquistare un immobile tutto suo sta iniziando a prendere piede, per questo ha deciso di continuare a non pagare l’affitto vivendo in un furgone, che ha comprato per 6000 sterline. Per renderlo più confortevole lo ha attrezzato dell’indispensabile per vivere.

Vive in un furgone per non pagare l’affitto

A chi le segnala che è un posto poco spazioso ed angusto per vivere, Brittany risponde: “Dovreste vedere la dimensione di alcuni appartamenti che vengono messi in affitto. Non sono più grandi di un armadio, ma costano come se fossero villette. Lo spazio è, per me, soprattutto una questione di organizzazione”.

Brittany Cosgrove 23

Non nega però di patire la mancanza di un vero bagno, un handicap che sente soprattutto nei mesi più freddi, ma Brittany si organizza al meglio cercando un campeggio oppure un’area dove si può usufruire di servizi igienici e strutture sanitarie, invece in estate si serve di usa una doccia portatile. Le motivazioni che la spinge a rinunciare alle comodità di un appartamento sono di natura prettamente finanziaria: di fatto vivere nel suo furgone le costa mediamente 50 sterline a settimana, una spesa che include la benzina ed il costo del parcheggio.

Leggi anche: Una donna viene offesa per la sua povertà, la risposta alle critiche è una grande lezione di vita: “La mia casa è povera, ma ordinata”

Si tratta di costi esigue se messi a confronti con gli affitti comunemente applicati nella sua cittadina, dove i proprietari di immobili possono chiedere anche 100 sterline a settimana per una camera doppia. Parlando della soluzione alternativa che ha deciso di abbracciare, ha raccontato sui social come è nata la sua idea: “Speravo di acquistare un bel automezzo nuovo. Però quando ho visto questo Nissan del 1991 me ne sono innamorata subito. Oggi nel mio spazio mi sento veramente bene, autonoma e indipendente. Una soluzione che consiglierei a tutti i giovani decisi a organizzare al meglio la propria vita […]”.