Advertisement

“Con questa lettera presento le mie dimissioni”: una madre esasperata scrive alla famiglia per esprimere tutta la sua rabbia per la mancanza di rispetto e collaborazione

Condividi:
Advertisement

Una madre scrive alla famiglia una lettera per sfogarsi dopo essere arrivata a toccare il limite della sopportazione. Da madre multitasking che si occupa di ogni faccenda domestica e della cura di ogni componente del suo nucleo familiare la donna si è detta esausta ed esasperata. Nella lettera che ha deciso di scrivere si è così lamentata della mancanza di collaborazione da parte di suo marito e dei suoi figli. Dopo aver per anni assolto al suo ruolo di madre, moglie, casalinga e manager della sua casa ha deciso di protestare.

Leggi anche: “Guadagno 115 euro l’ora per fare i lavori di casa nuda”: una madre di tre figli lascia il suo impiego ed avvia un’attività che offre servizi “speciali”

La madre esausta scrive una lettera 2

Sentendo il bisogno di sfogarsi, questa madre scrive alla famiglia una lettera in cui si è lasciata andare alle rimostranze. “Con questa lettera presento le mie dimissioni dai doveri della cucina, dal mantenimento di questa famiglia, fino a quando non ci saranno rispetto e considerazione reciproci al suo interno. Per anni, si è supposto che io sarei stata quella che avrebbe raccolto i calzini per casa, scartato i volantini indesiderati, tolto le tazze del caffè dal tavolo per metterle in lavastoviglie, appeso i vestiti lasciati fuori posto, recuperato il telecomando da sotto il divano, spento le luci, impostato la lavastoviglie, fatto i compiti della scuola dimenticati, cambiato il rotolo di carta igienica”.

Una madre scrive alla famiglia una lettera per “dimettersi dalla gestione di casa e famiglia”

La madre esausta scrive una lettera 1

Un episodio l’ha spinta ad abdicare dal suo ruolo di casalinga, madre e moglie come lei stessa ha scritto nella missiva: “Ma ho raggiunto il mio limite questo fine settimana. Tutti hanno trovato divertente quando il cane ha trovato una fetta di mango. Ci ha giocato, l’ha leccata, camminandoci in giro per casa, lasciandola cadere […]. Tutti l’avete visto, scattato foto, vi siete divertiti proprio come il cane, annoiato, pronto per qualcosa di nuovo […]”.

Leggi anche: “È nata donna, è suo dovere”: una mamma insegna alla figlia di 3 anni a lavare e a pulire casa ma viene ferocemente criticata

Lamentandosi del comportamento dei suoi figli e del marito ha proseguito a sfogarsi elencando tutte le sue mansioni quotidiane: faccende domestiche, pagamenti delle bollette, spesa, pulizia del giardino, cure e visite degli animali al veterinario. Un lungo elenco di compiti che ha dimostrato che sulle sue spalle pesano non pochi doveri e responsabilità: ossia la gestione completa della casa e della famiglia.

 “La casa è come un business, e lo gestisco bene. Non abusarne. Non mi dispiace pulire le orecchie del cane, cambiare la sabbia del gatto, tagliare le unghie dell’uccello. Faccio questo con il cuore pieno d’amore perché questi esseri ne hanno bisogno e mi prendo cura di loro perché scelgo di farlo. Ma tu non sei uno dei miei animali domestici” – così ha chiosato la donna che non ha taciuto la sua frustrazione per le relazioni familiari vissute in casa.