Advertisement

Panico ad alta quota: il pilota ha un arresto cardiaco durante il volo, dopo l’atterraggio di emergenza muore

Condividi:
Advertisement

I 124 passeggeri di un Boeing 737 partito da Muscat, in Oman, e diretto a Dhaka, in Bangladesh, hanno vissuto momenti di panico: il pilota ha un arresto cardiaco in volo e solo grazie alla prontezza del suo secondo, si è evitata la tragedia. Colto da un improvviso malore, che poi si è scoperto essere un arresto cardiaco, Nawshadd Ataul Quaiyum, 44 anni, ha perso la vita una volta che l’aereo ha toccato il suolo.

Leggi anche: “L’autista dello scuolabus ha uno strano odore”: un alunno di quinta elementare chiama la polizia e salva la vita a 30 bambini

Il suo secondo ha avuto la prontezza di prendere il comando dell’aereo per richiedere alla torre di controllo l’autorizzazione ad atterrare nell’aeroporto più vicino, per soccorrere il capitano del volo della Biman Bangladesh Airlines. Ma dopo l’atterraggio di emergenza il pilota è morto malgrado i tempestivi soccorsi.

Pilota arresto cardiaco durante il volo

Il pilota ha un arresto cardiaco durante il volo

Lo scorso 28 agosto 2021, i passeggeri del volo partito da Muscat e diretto a Dhaka si sono allertati dopo aver sentito la richiesta di aiuto delle hostess che hanno domandato se tra di loro ci fosse un medico. Mentre proseguivano i tentativi di rianimazione su Nawshadd Ataul Quaiyum, il suo secondo si è occupano della manovra di atterraggio nell’aeroporto più vicino, chiedendo uno scalo di emergenza presso all’aeroporto Ambedkar di Nagpur, in India.

Leggi anche: Gli sposi inviano una fattura da pagare agli invitati che non hanno partecipato al loro matrimonio: “Questo è l’importo che ci devi”

Dopo le manovre di atterraggio il pilota che ha avuto l’arresto cardiaco è stato trasportato d’urgenza con un’ambulanza presso il Kingsway Hospital di Nagpur. Dopo essere stato ricoverato in rianimazione è deceduto perché le sue condizioni erano critiche. I medici hanno cercato di rianimarlo sottoponendolo a diversi massaggi cardiaci, ma a causa di un’emorragia cerebrale in corso non è stato possibile salvare la vita di Nawshadd Ataul Quaiyum. Il comandante ha perso la vita a 44 anni lasciando la moglie e tre figlie.