Si risveglia dal coma dopo 11 mesi e pronuncia la parola “mamma”: la storia di una 30enne di Arezzo colpita da arresto cardiaco durante la gravidanza

Condividi:

Cristina Rosi si risveglia dal coma dopo 11 mesi dopo essere stata colpita da un prolungato arresto cardiaco durante la 30esima settimana di gravidanza. Una complicanza grave che ha avuto conseguenze su di lei e sulla bambina che aveva in grembo.

Leggi anche: Una coppia affetta da nanismo decide di mettere al mondo dei figli nonostante le possibili conseguenze, ma le foto dei bambini incantano il web

Nel luglio 2020, Cristina dopo l’arresto cardiaco è finita in coma mentre la sua bambina è venuta alla luce con un parto cesareo d’urgenza. Dopo tanta sofferenza la storia di questa famiglia colpita da una serie di eventi infausti ritrova la speranza: la 30enne di Arezzo si risveglia dal coma dopo 11 mesi e pronuncia la parola “mamma” per tre volte. Cristina Rosi da mesi è ricoverata in una clinica specializzata in riabilitazioni difficili in Austria. Con tenacia suo marito è riuscito a trovare i soldi necessari per affrontare le spese ingenti, grazie al sostegno della catena della solidarietà.

Cristina Rosi risveglia dal coma dopo 11 mesi

Cristina Rosi si risveglia dal coma dopo 11 mesi

Gabriele, il marito di Cristina è riuscito a trovare i fondi per coprire le spese relative alle cure offerte nella clinica austrica, sita nei pressi di Innsbruck. La coppia risiede ad Alberoro di Monte San Savino, e per affrontare le spese si è affidata alle donazioni delle persone che si sono imbattute nella loro storia. “Serviranno ancora tanti soldi per coprire le spese, esattamente 104.000 euro, ma il fatto che Cristina si sia risvegliata ci dà ancora maggiore forza. Ci appelliamo ancora all’aiuto delle persone che finora ci hanno sostenuto e spero di poter ottenere un modello specifico sanitario che ci permetterebbe di coprire in toto le spese” – ha spiegato Gabriele.

Leggi anche: Coppia gay riesce ad adottare suo figlio dopo 36 test psicologici: “Aveva bisogno di amore e noi siamo qui per darglielo”

Anche la piccola Caterina venuta al mondo mentre la madre lottava per la vita ha bisogno di cure specifiche. Gabriele ha lanciato una raccolta fondi sulla piattaforma GoFundMe per provvedere alla riabilitazione anche per la piccola, che necessita di assistenza giornaliera: “Mia moglie e mia figlia meritano di tornare a casa nelle migliori condizioni possibili. Faccio appello al buon cuore degli aretini che ci hanno sostenuto […]”.

Cristina Rosi si risveglia dal coma dopo 11 mesi

“Cristina reagisce alle sollecitazioni e piange quando ascolta il messaggio vocale registrato per lei da Gianna Nannini, la sua star preferita” – ha raccontato il marito, aggiungendo che prima di sentirsi male sua moglie aveva acquistato i biglietti per andare ad un suo concerto.