“Mamma, sono andata in paradiso”, una bambina di 8 anni si sveglia dal coma completamente guarita da un male incurabile e racconta ciò che ha visto

Condividi:
Advertisement

La guarigione di una bambina di 8 anni che si è svegliata dal coma ha del miracoloso. Annabel Beam aveva 4 anni quando ha iniziato a lamentare dei dolori allo stomaco: il suo addome si è infiammato ed un anno dopo il suo intestino si è completamente bloccato, richiedendo un intervento chirurgico d’urgenza.

Leggi anche: Una donna viene offesa per la sua povertà, la risposta alle critiche è una grande lezione di vita: “La mia casa è povera, ma ordinata”

I medici non sono riusciti ad individuare le cause del malfunzionamento dell’apparato digerente della piccola originaria del Texas che non poteva nutrirsi normalmente ma solo con un tubo. Christy Beam, la madre di Annabel, si è rifiutata di accettare la diagnosi perché sapeva che stava succedendo qualcosa di grave a sua figlia. Ma i medici hanno confermato che la causa dei suoi problemi era l’intolleranza al lattosio, ed i genitori hanno cercato di fissare un appuntamento con il dottor Samuel Nurko, un gastroenterologo pediatrico del Boston Children’s Hospital, specializzato in problemi di motilità gastrointestinale.

Mamma sono andata in paradiso 1

La guarigione di una bambina di 8 anni colpita da una malattia incurabile

I genitori di Annabel dopo tanti mesi spesi a chiamare ed inviargli lettere non sono riusciti a contattarlo e così sono volati a Boston per presentare personalmente il caso della bambina di 8 anni al medico, che ha così diagnosticato alla piccola due malattie pericolose ed incurabili. La piccola soffriva di pseudo-ostruzione intestinale cronica e disturbo dell’ipomotilità antrale.

Lo specialista ha iscritto Annabel ad un lavoro di ricerca e le ha dato un farmaco che aveva gravi effetti collaterali, quindi la bambina aveva bisogno di visitare l’ospedale ogni sei settimane. La famiglia di Annabel ha fatto di tutto per pagare le spese per le cure e per i frequenti viaggi a Boston. Un giorno quando Annabel stava tornando dall’ospedale si è arrampicata su un enorme albero nel cortile, incoraggiata da suo fratello.

sono andata in paradiso

Advertisement

Purtroppo il ramo su cui si trovava non ha sostenuto il peso ed è caduta da un’altezza di 10 metri. Era priva di sensi ed è rimasta intrappolata tra i rami per cinque ore e mezza, fino a quando una squadra di soccorso non ha rimosso il suo corpo con delle attrezzature speciali.

Portata in ospedale, la ragazzina ha ripreso conoscenza, e quando si è svegliata non aveva più dolori ed il suo addome è tornato alle sue dimensioni normali. Dopo tanto tempo è riuscita ad andare in bagno in modo normale ed a mangiare senza usare il tubo, con stupore da parte di tutti. Così i medici hanno cominciato a ridurre i farmaci per i suoi problemi gastrointestinali, fino a ritirarli.

Leggi anche: Una 23enne non sa di essere incinta e partorisce poche ore dopo aver finito il turno di lavoro in discoteca: la sua storia turba il web

Il racconto di una bambina di 8 anni che si è svegliata dal coma: una storia che ha del miracoloso

“Gesù deve essere rimasto con quella ragazza sull’albero, perché è completamente sana” – ha detto il medico specialista. Durante il recupero, Annabel ha raccontato ai suoi genitori ciò che ha vissuto durante le ore in cui è stata intrappolata tra i rami dell’albero: “Mamma, sono andata in paradiso mentre ero su quell’albero. Mi sono seduta sulle ginocchia di Gesù. Volevo rimanere lì, ma mi ha detto che non potevo”. Dopo aver esortata la figlia a condividere maggiori dettagli, Annabel ha detto ai genitori di aver visto sua nonna, morta nel 2010.

“Ecco perché sapevo di essere in paradiso. Ho sempre pensato che stare in cielo sarebbe stato come sedersi tra le nuvole, ma è come essere sospesi sopra l’universo. Ho sempre pensato che Dio avesse un cuore grande… Il tuo cuore è così grande che abbaglia. I suoi occhi brillano come la gloria dorata riflessa dal sole. In quelle ore tutto brillava. La luce proveniva da ogni parte, dai fiori e dalle piante, anche l’erba emetteva luce” – ha raccontato ai genitori sorpresi dall’eloquenza e dall’ampio vocabolario della bambina di 8 anni che di solito non parlava così.

La storia della bambina di 8 anni miracolosamente guarita ha ispirato il film “Miracles of Heaven in Dallas”, presentato in anteprima nel 2016, ma è stata anche narrata in un libro dal titolo “Miracles of Heaven” attraverso una testimonianza accurata.