Advertisement

“Abbiamo due figlie che si chiamano Nina”: un padre registra per sbaglio la sua seconda figlia con lo stesso nome della prima

Condividi:
Advertisement

Il peso della stanchezza e dello stress ha provocato una svista imperdonabile un padre registra  la seconda figlia per sbaglio con lo stesso nome della prima. Questa disattenzione di cui si è reso protagonista lo scultore Armando Bianchetti, di Nova Lima, Minas Gerais, è stata narrata sulle pagine di Crescer. Dopo un periodo decisamente stressante Armando ha non solo sbagliato il nome della figlia, ma anche la data di nascita, mettendo l’anno 2022.

Leggi anche: “Ringrazio Dio per non aver avuto figli”: le dichiarazioni di una donna di 63 anni scatenano una pioggia di critiche

Si è però dopo qualche minuto accorto dell’errore mentre era ancora nello studio notarile, e così ha dovuto aspettare che i notai cambiassero l’anagrafe nel sistema. L’uomo si era recato all’anagrafe per registrare la nascita della sua secondogenita, ma ha finito per commettere un errore dal momento che aveva diversi pensieri per la testa. Così questo padre registra la seconda figlia con il nome della figlia maggiore, Nina, sotto l’effetto della stanchezza e dell’euforia.

Un padre registra la seconda figlia per sbaglio con lo stesso nome della prima

Abbiamo due figlie chiamano Nina

Armando ha compilato i moduli richiesti dallo studio notarile, ha consegnato l’atto di nascita, ma non appena l’impiegato dell’ufficio gli ha consegnato i documenti pronti, si è reso conto del suo errore. Quando infatti ha sentito che la documentazione di Nina era pronta, ha subito compreso di aver commesso una svista: questo padre registra la seconda figlia con lo stesso nome della primogenita.

La situazione è stata condivisa da sua moglie, scrittrice ed editrice, Carol Christo, su Twitter. Un post che è diventato rapidamente virale, con oltre 22mila like. La donna ha spiegato sui social che suo marito era andato all’anagrafe per registrare Mia, ma ha finito per registrarla come Nina, quindi la coppia si è ritrovata ad avere due figlie con lo stesso nome. Dopo essersi trovato davanti il certificato di Nina, Armando ha chiesto spiegazioni per poi ammettere il suo errore. Armando ha dovuto aspettare che i notai cambiassero il registro nel sistema per rilasciargli un nuovo CPF. Mia alla fine è stata registrata con il nome corretto e con la giusta data.

Leggi anche: Fa la transizione da donna a uomo decidendo di conservare l’utero per portare avanti la gravidanza: una storia che ha fatto esplodere l’odio social

La piccola è nata il 17 maggio e dopo la nascita, la famiglia ha avuto 15 giorni per registrarla, così a cinque giorni dalla scadenza del termine, Armando ha provveduto ad adempiere a questo compito. Carol ha raccontato che Nina in coincidenza con la nascita della seconda figlia era stata malata, e tutta la famiglia ha accusato stanchezza. Una situazione difficile che ha pesato duramente su Armando che per quasi 10 giorni non ha dormito. Ecco perché la famiglia non è rimasta tanto sorpresa di quella svista, il padre registra la seconda figlia per sbaglio con lo stesso nome della prima, dovuta anche al  settimo cielo della sua seconda paternità.