I bambini non si ‘perdono’ per strada, no. I bambini si perdono dentro casa

Condividi:
Advertisement

I bambini non si “perdono” per strada! Una frase che suona attuale in queste ore dopo i fatti del piccolo Nicola, fortunatamente ritrovato.

Ma che i bambini non si perdono per strada, bensì dentro il nucleo familiare, è una affermazione che deve fare riflettere. E pone l’attenzione proprio sul rapporto tra i bambini e i genitori, sempre più impegnati, e sempre meno presenti nella vita e nella crescita dei propri figli. Per questo oggigiorno il concetto che i bambini non si perdono per strada ma dentro le mura domestiche è quanto mai attuale.

“Prima di insegnare a leggere a un bambino, insegnagli cos’è l’amore e la verità”

Questa frase di Gandhi  ci porta a riflettere su un punto cruciale. Quello delleducaziine e del tempo che occorre dedicare ai bambini. Proprio per evitare che essi si perdano, che non abbiano punti di riferimento, che non sappiano riconoscere la strada da percorrere.

Leggi anche: I bambini non vanno obbligati a baciare ed abbracciare qualcuno quando non vogliono

Come evitare che i bambini si perdano?

Oggi viviamo in una società profondamente diversa rispetto a quella di soli venti anni fa. Ma le esigenze ed i bisogni dei figli rimangono gli stessi. E per evitare che i figli si perdano per strada occorrono alcune cose.

La prima riguarda il compito ed il ruolo dei genitori. Bisogna assumersi la parte di responsabilità che spetta a ciascuno di noi, sia come genitori che come educatori, insegnanti, e persone che influiscono sullo sviluppo dei piccoli. Non esistono bambini difficili, esistono persone con differenti bisogni e sensibilità.

Come evitare che i bambini si 'perdano’

Advertisement

La seconda, non meno importante, riguarda la scelta che bisogna fare sul tempo e sulla qualità dei rapporti con i propri figli. Quali sono, allora, gli ingredienti di una corretta educazione perché i bambini non si perdano per strada ?

Amare un bambino non è soddisfare tutti i suoi capricci , non è aprirgli tutte le frontiere o evitare di dargli negatività. L’amore autentico è quello che guida, quello che avvia molto presto nel bambino un vero senso di responsabilità.

Leggi anche:“I bambini non portano la felicità, il mio mi ha portato alla bancarotta”,  la tesi di una scrittrice che fa discutere il web

L’istruzione di qualità capisce le emozioni e comprende la pazienza . Il bambino esigente pretende e apprezza la persona che gli dedica tempo e amore. Quella che sa rispondere alle sue domande, alle sue paure e ai suoi dubbi.

In questo modo si evita che un bambino si senta solo, e che possa perdersi nella strada della vita.