La mamma è ricoverata in ospedale, un carabiniere ospita i figli rimasti soli in casa propria: il nobile gesto viene premiato dall’Arma

Condividi:

La mamma è in ospedale ed un carabiniere ospita in casa i figli rimasti soli: Alessandro Latino ha accolto nella sua abitazione due bambini marocchini, di 10 e 6 anni, per circa una settimana quando la loro mamma è stata ricoverata in ospedale. Una bella storia di solidarietà che risale al marzo del 2020 ed arriva da Cicagna, un piccolo centro in provincia di Genova. Grazie al suo gesto virtuoso, in piena emergenza Covid, il comandante della stazione dei carabinieri, Alessandro Latino, verrà premiato il 5 giugno 2021.

Leggi anche: Il commovente addio di un agente al cane poliziotto: l’ultimo saluto e l’immagine del suo fedele partner di lavoro e amico

Il carabiniere di origine palermitana, che ha lasciato da circa venti anni la Sicilia, si è meritato un’onorificenza attribuita da parte dell’Arma, dopo essere stato selezionato come uno dei cinque migliori comandanti di stazione d’Italia del 2020. Ma si è avanzata per lui anche la proposta di premiarlo con il titolo di cavalierato della Repubblica, un tipo di onorificenza attribuita direttamente dal capo dello Stato.

mamma ospedale carabiniere ospita bambini

Carabiniere ospita in casa i figli di una donna ricoverata per una settimana

Alessandro Latino si è distinto per la sua empatia e solidarietà: il carabiniere ospita in casa i figli di una donna ricoverata per un grave problema di salute. Un ricovero che ha costretto la madre ad abbandonare i suoi due bambini dopo un ricovero d’urgenza in piena notte. I figli della donna rimasti da soli, perché il padre si trovava in Francia per lavoro, non hanno potuto seguire la donna in ospedale.

I medici hanno così allertato i carabinieri, ed il comandante Latino ha deciso di ospitare i due bambini per una settimana. Dopo quella convivenza tra i due ospiti e la famiglia del comandante Alessandro Latino si è creato un bel legame.

Leggi anche: Madri pentite: “Odio essere madre ma amo mia figlia”, le parole della fondatrice del movimento rompono gli stereotipi sulla maternità

Una storia che ha scaldato il cuore della cittadina ligure di Cicagna, e non solo, come testimoniato dalle parole del tenente colonnello Angelo Gerardi, comandante della compagnia di Chiavari, da cui dipende la stazione di Cicagna.  “Un gesto che denota grande sensibilità. Viviamo un periodo difficile e il compito dell’arma è stare accanto alla gente che soffre. Sono particolarmente contento che il comando generale abbia deciso di premiare Latino” –  ha commentato il tenente colonnello Angelo Gerardi.