Un ragazzo colpito da disabilità visita la tomba della mamma per comunicarle che si è laureato. Il video che lo riprende emoziona il web

Condividi:
Advertisement

Ha toccato il cuore di tutti la storia di un ragazzo colpito da disabilità che dopo la sua laurea, raggiungendo con sacrificio l’obiettivo che si era prefissato, ha deciso di condividere con la madre le sue emozioni. Ma la sua mamma non ha potuto assistere di persona alla sua gioia, legata ad un traguardo importante nella vita.

Leggi anche: Sono i figli che danno ai genitori la forza per andare avanti nei momenti più difficili

Questo ragazzo colpito da disabilità è riuscito a laurearsi dopo aver superato non poche difficoltà ed ostacoli, e per questo ha deciso di condividere la sua immensa gioia con chi lo ha amato di più al mondo: la sua mamma. Così il giorno della sua laurea ha deciso di farle visita andando a trovarla al cimitero.

Un ragazzo colpito da disabilità visita la tomba della mamma per annunciarle la sua laurea

Un ragazzo disabile visita tomba della mamma

Una storia che una volta diventata social ha attirato grande interesse rimbalzando da una parte all’altra della rete. Infatti la storia del ragazzo ha colpito il popolo del web. Il neolaureato è andato subito ad annunciare alla madre che si era finalmente laureato. La sua mamma è purtroppo scomparsa qualche anno prima, ma lui ha voluto renderla partecipe del suo traguardo convinto che lei ne avrebbe gioito.

Un gesto che ha documentato il profondo legame che ha legato il ragazzo colpito da disabilità e la donna che lo ha messo a mondo. Un bell’esempio di amore filiale capace di superare i limiti spazio-temporali per far valere la connessione spirituale e per ribadire che l’affetto non si spegne mai.

Advertisement

Il video che riprende il ragazzo che saluta la mamma dicendole: “Ce l’ho fatta! Oggi mi sono laureato!”, ha commosso profondamente il popolo del web. Nel video il ragazzo visibilmente emozionato ha deposto un mazzo di fiori gialli vicino alla tomba di sua madre, per poi congedarsi da lei inviandole un bacio.

Leggi anche: Lettera di un adolescente: le parole che tuo figlio non sa o non può scriverti