Advertisement

Nascondono in cantina banconote, gioielli e lingotti d’oro: sequestrato il tesoro da 5 milioni di euro di due coniugi italiani

Advertisement

Un tesoro da nababbi gelosamente custodito in un caveau per tenere segreta la loro ricchezza: due coniugi nascondono in cantina banconote per anni ma poi le indagini della Guardia di Finanza fa risalire alla verità. Due coniugi bergamaschi hanno accumulato per anni i propri beni all’interno della loro villa dove è stato scoperto un tesoro dal valore di 5 milioni di euro. I beni della coppia erano nascosti nella cantina dell’abitazione protetta da una porta blindata.

I finanzieri durante la perquisizione si sono trovati davanti una porta blindata protetta da un codice d’accesso per impedire l’accesso alla cantina. Superata la cortina di ferro i finanzieri si sono imbattuti in un tesoro da 5 milioni di euro. Gli uomini del Comando Provinciale Milano hanno confermato le perplessità emerse nell’ambito dell’inchiesta della Procura della Repubblica di Milano.

Nel corso della perquisizione all’interno dell’abitazione dei coniugi è stato rinvenuto un vero e proprio tesoro, mentre la coppia dichiarava da anni, circa 10, dei redditi lordi da 235mila euro. I finanzieri hanno ritrovato in cantina un bottino dal valore stimato attorno ai 5 milioni di euro, che includeva 2.584.500 di euro in contanti divisi in mazzette e riposti in valigie da viaggio. Ma i coniugi avevano nascosto nel caveau gioielli, preziosi e lingotti d’oro. Non è passata inosservata poi la collezione da 2.600 monete d’oro e d’argento, valore stimato attorno ad un milione di euro, e quella composta da 40 orologi di grandi marche dal valore di circa 1.300.000 euro.

Nascondono in cantina un tesoro da 5 milioni di euro

La perquisizione che ha portato al sequestro del tesoro custodito nella villa si è svolta grazie anche alla collaborazione del cane “Grisby” del Gruppo della Guardia di Finanza di Linate. Nel corso delle ricerche nell’abitazione, i finanzieri hanno trovato una cantina ricoperta di pannelli di legno e dopo aver posto delle domande ai due coniugi bergamaschi che non hanno dato una giustificazione si sono insospettiti.

Marito e moglie nascondono cantina

Daopo aver individuato un pannello rimovibile i finanzieri hanno scovato un caveau al quale l’accesso veniva negato dalla presenza di una porta blindata. Si è così scoperto quello che i coniugi nascondono in cantina da anni: i ricavi delle loro attività da amministratori di fatto e di diritto di una società a responsabilità limitata che si occupava di diversi settori.

La coppia in attesa di processo risulta indagata per reati di natura fiscale e fallimentare come comunicato dal nucleo della Guardia di Finanza che ha seguito l’inchiesta. “L’azione di servizio, svolta in stretta sinergia con l’Autorità Giudiziaria, testimonia l’impegno quotidianamente profuso dal Corpo a presidio della sicurezza economico-finanziaria del Paese, con particolare riferimento al contrasto dei reati di frode fiscale e dei reati fallimentari, che possono alterare il corretto funzionamento del mercato determinando forme di concorrenza sleale a danno degli imprenditori onesti”.

Leggi anche: Picchia ferocemente un uomo in strada con calci e pugni: il video della donna diventa virale