Advertisement

Bimba di sei mesi bloccata nell’auto sotto il sole: un carabiniere fuori servizio interviene e la salva

Advertisement

Una bimba di soli sei mesi é rimasta imprigionata nell’auto di sua madre a Giussano, in provincia di Monza e Brianza. Una distrazione, spesso, può portare conseguenze inimmaginabili, soprattutto per una bimba così piccola. Non é la prima volta che accade che un genitore, colto da amnesia oppure in un momento di distrazione, abbia dimenticato il proprio figlio nell’abitacolo di un’autovettura.

La bimba é rimasta chiusa in auto nell’afoso pomeriggio domenicale del 26 giugno, in piazza Attilio Lombardi, dove sua madre ha parcheggiato la vettura. A causa delle altissime temperature, la bimba ha iniziato a sudare ed é stata sul punto di perdere i sensiCome mai sua madre é incorsa in tale dimenticanza? Perché non é stato possibile aprire subito lo sportello dell’automobile, per mettere in salvo la bimba?

Vediamo con ordine cosa é successo. La madre 39enne della piccola, dopo averla adagiata sul seggiolino, ha iniziato a caricare il bagagliaio. Nel fare ciò, però, ha dimenticato le chiavi dell’auto all’interno dell’abitacolo. Dunque, in men che non si dica, si é attivata la chiusura automatica e la bimba é rimasta imprigionata nella vettura.

Bimba chiusa in auto a Giussano: interviene un carabiniere

La bimba ha iniziato a soffrire per le alte temperature, nell’abitacolo sempre più afoso. Sua madre, resasi conto dell’accaduto, ha cercato di attirare l’attenzione di alcuni passanti, per chiedere soccorso. La disperazione ha iniziato ad impadronirsi di lei, per cui ha tentato l’impossibile per salvare la bimba.

Bimba di 6 mesi bloccata

Tra i passanti, un carabiniere fuori servizio é accorso in prossimità dell’auto per trarre in salvo la bimbaIl militare ha raccolto un oggetto da terra e l’ha scagliato contro il vetro posteriore sinistro dell’auto, sincerandosi di non ferire la piccola. In tal modo, é stato possibile aprire il veicolo ed estrarre la bimba, visitata subito dagli operatori del 118, accorsi nel frattempo sul posto.

Non é stato necessario trasferire la bimba in ospedale per ulteriori accertamenti, mentre il carabiniere, che ha riportato alcune ferite dovute alle schegge conficcatesi nella mano destra, é stato visitato al Pronto Soccorso. Dopo la medicazione, é stata data una prognosi di 10 giorni a quell’eroe che, intervenendo prontamente, ha evitato il peggio, salvando un’innocente bimba, vittima di un momento di pericolosa distrazione.

Leggi anche: Studentessa muore durante l’operazione, ma si risveglia all’obitorio: “Mi ha mandato indietro un Angelo. Ecco cosa c’è di là”