I genitori che risolvono sempre i problemi dei loro figli gli arrecano un grave danno che condizionerà tutta la vita

Condividi:

I genitori di oggi cercano con i mezzi che hanno a disposizioni di risolvere tutti i piccoli o grandi problemi dei loro figli, non solo durante l’infanzia ma anche da grandi.

La genitorialità si è evoluta in modo positivo comportando delle modifiche nel modo di relazionarsi con i più piccoli, e proprio in questa fase della crescita potrebbero impostarsi dei comportamenti scorretti da parte dei genitori, che potrebbero influenzarli in modo significativo da grandi. Dunque la raccomandazione degli esperti è quella di abbandonare un atteggiamento iperprotettivo nei confronti dei figli, perché rischia di condizionare negativamente il loro sviluppo.

Leggi anche: Rispetta i tuoi genitori e sii grato. Il loro amore ti ha portato dove sei oggi

Nelle generazioni passate, i genitori faticavano di più a dare alla propria prole tutte le cure che oggi si riservano alle nuove generazioni. Ad esempio ai tempi dei nostri nonni le punizioni, le aggressioni fisiche o verbali erano il modo ritenuto più adatto per educare i figli. Gli specialisti hanno espresso la loro preoccupazione nei confronti delle nuove generazioni, perché stanno sperimentando una “sovra compensazione” ed una protezione eccessiva: dei comportamenti portati agli estremi che possono influenzare lo sviluppo sociale, personale e cognitivo dei più piccoli.

I genitori che risolvono sempre problemi dei loro figli

In pratica, i genitori di oggi cercano con ogni mezzo ed in ogni circostanza di risolvere le beghe che possono affliggere i loro figli, ma così finiscono per danneggiarli senza rendersene conto. È un dato di fatto che i padri e le madri cercano sempre di garantire il benessere dei figli, ma è essenziale dare loro una maggiore indipendenza. I bambini devono sentirsi autorizzati a commettere i propri errori per imparare da essi e per capire meglio come interagire con il mondo che li circonda.

I genitori iperprotettivi sono un danno per i loro figli

I genitori che risolvono tutto per i loro figli tendono a credere che in questo modo si prendono cura di loro, invece quest’eccessiva attenzione può causare problemi legati all’autostima ed alle modalità con cui si relazionano con il mondo.

“Un minore al quale facciamo tutto crescerà pensando di non essere in grado di fare nulla” – ha spiegato a El País, Rosa Rasche, educatrice di disciplina positiva e genitorialità rispettosa.

Molti padri e madri ritengono che sia meglio impedire ai propri figli di sperimentare situazioni negative che potrebbe esporli ad effetti controproducenti. Gli esperti ritengono che la genitorialità moderna, caratterizzata da un’intromissione esagerata, sia dovuta alla precocità con cui i figli si trovano a vivere: una fretta che provoca grandi paure facendo credere che i figli subiranno danni.

Leggi anche: Un bambino irrispettoso nei confronti dei genitori non rispetterà nessuno

Per dare maggiore sicurezza ai figli secondo gli studi psicologici è decisivo abbandonare un atteggiamento iperprotettivo, responsabile di insicurezze che si sperimentano al di fuori del nucleo familiare. È fondamentale, secondo gli psicologi, non trasmettere le proprie paure ai figli, e lasciare che commettano degli errori. Una minore ingerenza ed una maggiore autonomia permetteranno ai figli di sentirsi più sicuri, ma anche più autorizzati a chiedere aiuto oppure a sbrigarsela da soli facendo leva sulle proprie risorse.